Editoriale di ANNA FASANO, presidente di Banca Etica

Quale Futuro Costruire Insieme

Care socie e cari soci,
ci stiamo preparando all’assemblea del 22 maggio, a condividere le fatiche ed i risultati del 2020. Un incontro dove non solo rappresenteremo quanto nell’anno trascorso Banca Etica ha potuto fare per le persone e l’ambiente, ma anche le linee del prossimo piano strategico che ci guiderà fino al 2024.

Cosa rappresenta per noi questo appuntamento? L’Assemblea delle persone socie esprime la necessità e la volontà di “abitare” uno spazio di forte valenza strategica e politica, anche se per il secondo anno, a causa dell’emergenza sanitaria, non avremo la possibilità di incontrarci fisicamente in uno dei luoghi dove Banca Etica agisce.

Il tempo che stiamo vivendo ci interroga su quale sia la potenza delle nostre scelte individuali e collettive sull’evoluzione delle nostre comunità.

Non siamo chiamati a fermarci per paura di ciò che può accadere, ma siamo chiamati a governare le trasformazioni e rivoluzioni sociali, ambientali, tecnologiche. La responsabilità della finanza etica è quella di continuare a dimostrare che l’unico modello economico e finanziario che può dare un futuro a tutte le persone, nei diversi luoghi e nelle diverse situazioni in cui vivono, è quello che si costruisce definendo l’impatto sociale ed ambientaleche si vuole generare.

Impatti neutri? Non ce li possiamo più permettere, dobbiamo creare valore, il nostro operare deve avere ricadute positive. L’aumento degli squilibri e delle disuguaglianze che stiamo vivendo in nome del profitto – anche in questo periodo – non può essere più accettato.

Anche in questa Assemblea dobbiamo con forza affermare la necessità di Banca Etica di agire sia nella pratica operativa quotidiana, sia nello stare in rete, anche ai tavoli istituzionali, per far sentire la voce di una finanza vocata all’inclusione e alla democrazia economica.

Con questa determinazione nasce il piano strategico – frutto di un percorso partecipativo con le persone socie – che ci porterà a definire obiettivi e percorsi per un rafforzamento del capitale sociale, un aumento delle persone ed organizzazioni socie, alleanze nazionali e internazionali con cui condividere nuovi percorsi e una sempre più forte sinergia tra Banca, Etica sgr, Cresud e le Fondazioni.

Una banca capace di creare inclusione finanziaria e di sostenere quell’economia circolare, sociale, abilitante che prende vita nelle fragilità e che grazie alla finanza etica si può diffondere, moltiplicare e generare spazi di nuova occupazione ed empowerment di comunità.

i numeri del gruppo

I numeri del 2020 ci permettono, attraverso la solidità patrimoniale, la capacità di generare redditività e l’evidente resilienza degli investimenti etici di affrontare con più determinazione le sfide di oggi e domani.

6,4
Milioni di euro di utile per la banca
6,8
Milioni di euro di utile per Etica SGR

Siamo consapevoli che ci troviamo in uno scenario finanziario che si sta concentrando su molti prodotti sostenibili-green guidati da una normativa europea in costruzione ed uno scenario bancario dinamico nei suoi assetti societari (in Italia come in Spagna).

Situazioni complesse necessitano di essere affrontate attingendo a tutte le migliori energie, con consapevolezza e responsabilità . Per questo come Gruppo Banca Etica e Fondazioni abbiamo iniziato un percorso sulla governance cooperativa.

La forza di Banca Etica sta anche nell’alchimia dei ruoli diversi, dando valore e rappresentanza a una pluralità di principi e interessi, che fanno la ricchezza del mondo della finanza etica. La sfida etica della governance cooperativa coinvolge tutto il gruppo nella scelta del modello organizzativo, nella capacità di costruire spazi di confronto e percorsi decisionali trasparenti e in grado di far emergere la potenza della nostra pluralità con spazi che governino potere e delega, dialettica e conflitto.

Un percorso che troverà ambiti e strumenti di azione interni – che interesseranno organi sociali e strutture – ed esterni che coinvolgeranno i portatori di valore. Il cambiamento coevolutivo di cui la finanza etica si fa portatrice ha bisogno dell’impegno di tutte e tutti noi!

Base Theme
Accetta Rifiuta